Digital clock

martedì 18 luglio 2017

Santa Teresina del Bambin Gesù, preghiera alla Vergine del Sorriso

  

Santa Teresina del Bambin Gesù ha raccontato di essere stata guarita, quando era bambina, da quella che oggi verrebbe probabilmente diagnosticata come una sindrome di attacchi di panico. Venne curata dal sorriso della Vergine. La santa scrisse:
13 maggio 1883, festa di Pentecoste. 
Dal letto, ho girato lo sguardo verso l'immagine di Nostra Signora e… All'improvviso la Santissima Vergine mi è sembrata bella, così bella che non avevo mai visto nulla di simile, il suo volto emanava una bontà e una tenerezza ineffabili, ma ciò che è calato profondamente nella mia anima è stato il 'sorriso incantevole della Santissima Vergine'. In quel momento tutte le mie pene se ne sono andate, due grosse lacrime sono sgorgate dalle mie palpebre e mi sono scivolate sul volto. Erano lacrime di pura gioia… Ah, ho pensato, la Santissima Vergine mi ha sorriso, sono felice… (…) È stato a causa sua, delle sue intense preghiere, che ho ricevuto la grazia del sorriso della Regina del Cielo…”.
Chiamò questa immagine “Vergine del Sorriso”, e l'invocazione iniziò con i suoi familiari. In seguito, portò la devozione al Carmelo di Lisieux. Alla fine venne diffusa in tutti gli ordini carmelitani e si propagò nel mondo. Molte persone hanno ottenuto la guarigione dalla depressione e da altre malattie dell'anima, come Teresina, attraverso questa devozione. Preghiamo....

PREGHIERA ALLA VERGINE DEL SORRISO


"O Maria, Madre di Gesù e madre nostra,
che con un chiaro sorriso vi siete degnata di consolare
e curare vostra figlia Santa Teresina del Bambin Gesù dalla depressione,
restituendole la gioia di vivere
e il senso della sua vita in Cristo Risorto,
guardate con affetto materno tanti
figli e figlie che soffrono di depressione,
disturbi e sindromi psichiatriche e mali psicosomatici.

Gesù Cristo curi e dia senso alla vita di tante persone
la cui esistenza a volte è deteriorata.
Maria, il vostro bel sorriso non lasci che
le difficoltà della vita oscurino la nostra anima.
Sappiamo che solo vostro figlio Gesù può soddisfare
le ansie più profonde del nostro cuore.
Maria, attraverso la luce che sboccia dal vostro volto
traspare la misericordia di Dio.

Il vostro sguardo ci accarezzi e ci convinca che
Dio ci ama e non ci abbandona mai,
e la vostra tenerezza rinnovi in noi l’autostima,
la fiducia nelle nostre capacità,
l’interesse per il futuro e il desiderio di vivere felici.

I familiari di quanti soffrono di depressione
aiutino nel processo di guarigione, non considerandoli mai
attori della malattia con interessi di comodo,
ma li valorizzino, li ascoltino, li comprendano e li esortino.
Vergine del Sorriso, ottenete per noi da Gesù la vera cura
e liberateci da sollievi temporanei e illusori.

Curati, ci impegniamo a servire con gioia,
disposizione ed entusiasmo Gesù come discepoli missionari,
con la nostra testimonianza di vita rinnovata.
Amen.

(Recitare 2 Ave Maria
 in onore delle due lacrime 
di gioia che sono scivolate sulle guance
 di Santa Teresina del Bambin Gesù 
quando è stata toccata dal Sorriso della Vergine).

venerdì 23 giugno 2017

Sacro Cuore di Gesù, festa

SACRO CUORE DI GESU'

Dodici promesse, una più bella dell'altra, rivelate a Santa Margherita M; Alacoque, per coloro che amano e onorano il Sacro Cuore di Gesù:
1. Darò tutte le grazie necessarie al loro stato
2. Soccorrerò le famiglie che si trovano in difficoltà e metterò pace in quelle divise.
3. Li consolerò nelle loro afflizioni.
4. Sarò loro sicuro rifugio in vita e specialmente in punto di morte.
5. Spargerò abbondanti benedizioni sopra tutte le loro opere.
6. I peccatori troveranno nel mio cuore la fonte e l'oceano della mia misericordia.
7. Riporterò le comunità religiose e i singoli fedeli al loro primo fervore.
8. Le anime ferventi giungeranno in breve a grande perfezione.
9. Benedirò i luoghi dove l'immagine del mio cuore sarà esposta e onorata
10. A chi lavora per la salvezza delle anime darò il dono di commuovere i cuori più induriti.
11. Il nome di chi propagherà questa devozione sarà scritto nel mio cuore e mai più cancellato.
12. Chi farà i primi nove venerdì del mese, non morirà in mia disgrazia perché il mio Cuore sarà suo rifugio sicuro in quell'ora estrema.

Promesse che Gesù mantiene.
"Per festeggiare il Sacro Cuore, 
ho preparato dodici biglietti con le rispettive grazie, 
e ognuno ne ha presa una. E ognuno ha ricevuto quella di cui aveva più bisogno in quel momento. Sono tutte belle, 
ma volete sapere quella che mi colpisce di più? 
E' l'undicesima: il nome scritto nientemeno 
che nel cuore di Gesù e non solo nel libro della vita come ci dice l'Apocalisse. 
E ci assicura che non ne verrà 
mai più cancellato. Che volete di più?


"Rallegratevi piuttosto perché i vostri nomi sono scritti nei Cieli", dice Gesù ai 72 discepoli mandati come agnelli in mezzo ai lupi. Il nome scritto nel cielo è un tema caro all'Apocalisse, riconfermato da Gesù stesso nelle apparizioni del Sacro Cuore a S. Margherita M. Alacoque quando le disse che il nome di chi onora il Suo Cuore sarà scritto nel Suo Cuore stesso e non ne verrà mai più cancellato. E' il nome nuovo scolpito nel libro della vita -oltre che nel Cuore di Gesù- è la pietruzza bianca, è essere ciò che avremmo sempre voluto essere e non siamo mai riusciti. 
"E' il nome nuovo, molto più nuovo di quanto altri ci hanno affibbiato o che noi ci siamo dati." (E. Bianchi). Solo Dio sa chi veramente siamo, e solo Lui può farci diventare ciò che vorremmo essere, noi possiamo solo constatare che non siamo stati ciò che avremmo voluto essere. Questa pienezza di bene, di luce e di verità che c'è in noi, solo Dio può portarla a compimento. Quel nome nuovo sarà probabilmente il diritto del tappeto di cui, quaggiù, vediamo solo il rovescio.
Questa vita è il rovescio del tappeto, pieno di nodi, la cui trama inestricabile di prove e sofferenze, ci impedisce di vedere il bellissimo disegno che si va formando sul diritto. Lo vedremo solo dopo, e sarà il nostro nome nuovo, scritto nel libro della vita e nel Cuore di Dio che non verrà mai più cancellato. Sarà il nostro nome vittorioso che ci introdurrà al banchetto celeste ("Al vincitore darò la manna nascosta..." Ap. 2). Sarà il nostro nome glorioso che avremo forgiato quaggiù col nostro cammino doloroso. Sarà il nostro nome eterno che porteremo scritto in fronte, davanti al trono di Dio e dell'Agnello, di cui contempleremo gli splendori per i secoli eterni

Cuore Sacratissimo di Gesù io confido e spero in Te